Oggi č

 


Eccoci !!!

Dopo tanto tempo (dal lontano anno 2000) finalmente siamo riusciti, forse, a costruirci un sito, uno spazio dedicato tutto a noi ed a Voi che ci seguite con tanta dedizione, che ci applaudite nelle affollate piazze durante le noste esibizioni nelle calde serate estive.
Questo č il minimo che possiamo fare per Voi!...
Bando alle ciance e passiamo alle presentazioni (per chi non ci conosce):

Questa, per chi non lo sapesse, č Sara Giordano, la poliedrica regista della compagnia!... Col suo carattere riesce a domare tutti: Chi doma lei ??? Booh!!! Non dimentichiamo che č la nostra prima attrice: chi l'ha vista, anche una sola volta, non la dimenticherā di certo!


Mimmo Stornanti, il Presidente dell'Associazione, anche lui attore, ha il ruolo di contenere Sara, ma con scarsi risultati.


Questa č Maria Amalia Saccā, quando entra nel personaggio ne fā di lui quello che vuole: non lo molla pių! (e cu cių tocca!!!)

Paolo Pino, accetta di fare qualsiasi cosa inpegnandosi anima e corpo. La sua voce piuttosto corposa lo candida di diritto alla nomination per "Rompi timpani dell'anno".


Maria Quattrocchi, bravissima nel ruolo di 'ntrighiddera e pettegola (non'č cosė nella vita), ha il potere di infondere in tutti noi il suo stato d'animo: si rischia il suicidio di massa!!!


Rossella Rizzo,figlia d'arte (figlia di Maria Quattrocchi), dietro quel sorriso accattivante, nasconde una grinta da fare invidia a chiunque. Riesce a conciliare  l'amore  per  il teatro con il tempo  dedicato alla famiglia      (č giā mamma di due bei bambini).


Enrico Amato, č il tesoriere dell' Associazione, si occupa delle pubbliche relazioni ed ogni tanto anche lui si cimenta nella recitazione (una o al massimo due battute) che lo impegna per mesi e mesi  in stressanti prove.


Melina Amato, la nostra rammentatrice, se non si intravvede dietro le quinte "Aiuto" scoppia il panico!... Da un angolino,  dirige la scena e nel contempo infonde sicurezza a tutti. Dovesse restare a casa non si andrebbe in scena.


Giovanni Sindoni, aiuta anche lui a mandare avanti la "baracca", monta, smonta, carica e scarica le scenografie assieme a tutti noi. Fare teatro non vuole dire solo "recitare"!


Angelo Triferō, primo Presidente in carica, per motivi logistici preferisce dedicarsi solo alla scenografia. Ne cura infatti tutti i particolari adattandola alle varie circostanze che la commedia stessa impone.




 
 
 
 
 
© 2010/2016 - Associazione Culturale Koinč Teatro - Venetico (ME)